Sponsor

CONTATORE VISITE

  • 260682Totale visitatori:
  • 8Oggi:
  • 297Ieri:
  • 2443La scorsa settimana:

BLOG

Reggio Calcio e Virtus Bagnolo insieme per uno splendido “Terzo Tempo”

Splendida iniziativa dei ragazzi della prima squadra che, al termine della partita di ieri pomeriggio con la Virtus Bagnolo, hanno organizzato un  fantastico “Terzo Tempo” insieme alla formazione gialloblu!

Articolo su calcioreggiano.com

Articolo su solodilettanti.it

L’iniziativa è nata spontaneamente dalla volontà di alcuni ragazzi della nostra prima squadra che, venuti a conoscenza di alcuni brutti episodi successi in questo inizio di stagione (uno dei quali ha anche coinvolto direttamente un loro compagno di squadra rimasto vittima di un brutto infortunio), hanno voluto dimostrare che è possibile vivere lo sport, in particolare il calcio, anche in modo diverso. Continua a leggere

Si chiude la Stagione 2015/2016: un breve Bilancio

Con la vittoria di ieri Sabato 11 Giugno alle ore 23:00 da parte dei nostri 2003 alla prestigiosa Coppa dei Campioncini si è chiusa ufficialmente la stagione 2015/2016 per tutta la Reggio Calcio.
Una stagione ricca di novità e di entusiasmo, in cui i nostri allenatori non si sono di certo risparmiati (visto che si è praticamente giocato ogni weekend e le sospensioni degli allenamenti si contano sulle dita di una mano), e che ha comunque portato i tanto attesi risultati. Nell’elenco abbiamo provato a riassumere alcuni dei principali risultati sportivi raggiunti:

Allievi 1999: Accesso alla fase Regionale vincendo il girone Provinciale, Accesso alle Top 16 Regionali, Quarti di Finale Fossil Cup, Semifinale Torneo Savastano.
Allievi 2000: 3° Posto nel Campionato Allievi Interprovinciali, Finale Torneo di Fiorenzuola, Semifinale Torneo Savastano.
Giovanissimi 2001: Accesso alla fase Regionale, Vittoria della Coppa Primavera per la seconda formazione, Semifinale del Torneo Cavazzoli.
Giovanissimi 2002: 1° Posto nel Campionato Giovanissimi Interprovinciali, Semifinale del Torneo Top16 di Calerno.

Esordienti 2003: 1° Posto nel Campionato Esordienti Fair Play, 3° Posto Torneo Beverino (SP), 1° Posto Coppa dei Campioncini, 1° Posto Torneo Goalfestival, 1° Posto Campionato Csi Under13 Blu, 1° e 2° Posto Torneo dell’Adriatico.
Esordienti 2004: 1° Posto Torneo Cimurri.
Pulcini 2005: 2° Posto Torneo Monari, 3° Posto Torneo Scolastico Bocia Blu, 2° Posto Torneo Inter Club.
Pulcini 2006: 1° Posto Torneo Rosebud, 1° Posto Torneo Conti, 1° Posto Torneo Monari, 1° Posto Torneo di Natale, 1° Posto Torneo di Carnevale.
Pulcini 2007: 1°Posto Torneo di Nonantola, 1° Posto Torneo Biasola, 1° Posto Torneo di Natale.
Primi Calci 2008: 1° Posto Torneo Savastano, 1° Posto Torneo 25 Aprile, 1° Posto Torneo di Carnevale.

E per i 2009-2010-2011 tanto tanto divertimento (visto che qui è ancor più inutile parlare di risultati)!

Poi ci sono altri risultati importantissimi per una società di Scuola Calcio e Settore Giovanile:
25 giocatori hanno effettuato provini per società professionistiche; il Parma ha provato ben 13 nostri giocatori, il Carpi 12, la Reggiana 9, il Sassuolo 7, l’Inter 3 e il Modena 2. E diverse di queste società hanno provato per più di una volta i nostri ragazzi, tant’è che diversi giocatori, come ogni anno, ci lasceranno per approdare in società professionistiche.

Per non parlare delle amichevoli e delle partite ufficiali contro squadre professionistiche. Grazie agli ottimi rapporti con tutte le società che ci circondano, abbiamo avuto l’onore di giocare 56 gare contro società professionistiche (8 per i ’99, 4 per i 2000, 7 per i 2001, 4 per i 2002, 7 per i 2003, 15 per i 2004, 5 per i 2005, 6 per i 2006) con la ciliegina sulla torta delle 2 partite giocate a Zingonia contro l’Atalanta. Ricordando che facciamo parte dell’INTER GRASSROOTS PROGRAM, e per la prossima stagione potrebbe esserci anche qualcosa in più…

TABELLONE TORNEI

Ci sono anche importanti risultati dal punto di vista del nostro impegno sociale: non abbiamo respinto una sola iscrizione; abbiamo fatto giocare tutti i bimbi e tutti hanno giocato con tutti gli altri bimbi dell’annata abolendo una “discriminazione”: da noi infatti non esiste più la selezione troppo precoce delle squadre sotto i 12 anni suddividendole in squadre A, B, C, ecc…; abbiamo anche iscritto una seconda squadra nei campionati agonistici (Giovanissimi 2001) proprio per permettere a tutti di giocare.

Abbiamo anche avviato con successo 2 pomeriggi a settimana di Doposcuola. Abbiamo strutturato un Campo Estivo di 8 settimane a tempo pieno per andare sempre più incontro ai bisogni delle famiglie. Abbiamo accolto anche bimbi nella Scuola Calcio con difficoltà certificate e abbiamo anche collaborato in varie forme con diverse cooperative sociali per aiutare ragazzi disabili.

Adesso siamo già al “lavoro” per la prossima stagione, dove cercheremo di mantenere sempre alta la qualità del servizio offerto, cercando di raggiungere anche un altro obiettivo importantissimo: investire fortemente sulle nostre strutture per completare il Centro Sportivo portandolo a livelli di eccellenza.

Concluse le Riunioni coi Genitori della Scuola Calcio

Con l’ultima riunione di mercoledì 27/01/2016, si sono chiuse le riunioni di metà anno per i genitori degli iscritti alla nostra Scuola Calcio.
Prossimamente organizzeremo una riunione per i bimbi più piccoli (2009-2010-2011-2012) in cui presenteremo le attività di fine stagione.
In dicembre, invece, abbiamo tenuto le medesime riunioni per i genitori dei ragazzi del nostro Settore Giovanile.

Come di consueto, abbiamo sempre inviato via mail un breve verbale dell’incontro: se non vi fosse arrivato significa che non abbiamo il vostro indirizzo corretto di posta elettronica, quindi segnalateci l’indirizzo corretto scrivendo a ds.reggiocalcio@yahoo.it

Tutte le riunioni si sono svolte in un clima sereno e vi ringraziamo per il feedback che ci avete lasciato andando a casa dopo ogni riunione. Qualche imperfezione è logicamente emersa, e noi lavoreremo come sempre per migliorare, consci però che la perfezione assoluta (quindi percepita da tutti noi e voi) non potrà mai esistere!

Ne approfittiamo per aggiungere a questo articolo alcune righe, che ben si legano ai temi trattati proprio principalmente nell’ultima riunione, ma che può far riflettere tutti.
Si tratta di alcuni estratti di un intervista rilasciata dal dottor Amedeo Baldari, medico sociale della Sampdoria, specialista di medicina dello sport:

“…certo che giocare a quell’età aiuta a far sviluppare al bambino la coordinazione motoria, un’abilità che può affinare utilmente fino ai 12 anni circa”. Dopo i quali, quel che si è appreso si è appreso. Per tutto il resto c’è tempo.
“Ma, soprattutto, a quell’età è importante che i piccoli si sfoghino: corrano, si divertano, imparino a calciare la palla, a saltare per colpire di testa e, naturalmente, a cadere”, continua Baldari. In fondo, stiamo parlando “del gioco più spontaneo che ci sia: per un bambino, anche piccolissimo, è assolutamente naturale tirare un calcio a una palla…
E poi, come tutti gli altri sport di squadra, consente di sviluppare la socialità: il bimbo impara a stare assieme agli altri bambini. Comprende che per fare gol bisogna passare la palla agli altri compagni. Che giocare da soli non porta lontano e suscita antipatie nello spogliatoio. “Inoltre, il calcio incentiva le capacità cardiorespiratorie”, sottolinea Baldari. Come tutte le attività aerobiche.
Infine, qualche indicazione per i genitori. Non siate troppo pressanti: è giusto seguire il vostro bambino ed è bellissimo guardare una partita di piccoli calciatori, ma siate discreti. Non interferite nelle scelte tecniche dell’allenatore, non esaltate troppo il bimbo dopo una buona partita e non deprimetelo dopo una prestazione così così, non litigate con gli altri genitori, neanche dei bambini della squadra avversaria e neanche se vostro figlio ha ricevuto un colpo durante una partita: fornireste un esempio pessimo, incentivando nei piccoli comportamenti aggressivi. Privilegiate le scuole che permettono a tutti i bambini di giocare sempre almeno uno spicchio di partita: agli alti e ai piccolini, agli smilzi e ai sovrappeso. Perché a calcio si impara solo giocando e perché, soprattutto a quell’età, non ha senso privilegiare la dimensione agonistica (e atletica). Il risultato non dovrebbe contare nulla. E poi, i bimbi riservano sempre sorprese: si può essere fenomeni a 10 anni e giocatori normali a 14, e viceversa. Anche intorno al pallone, insomma, l’equilibrio è fondamentale per crescere un atleta consapevole. Il bambino deve imparare a fare gol nella vita, prima ancora che nella porta avversaria.

 

Concludiamo invitandovi alla lettura di alcuni articoli, utili se volete approfondire la conoscenza di alcuni temi legati allo sport e all’educazione che noi cerchiamo di trasmettere ai nostri/vostri bimbi.

http://www.lasfidaeducativa.it/genitori-contro-docenti-una-guerra-che-non-fa-bene-ai-ragazzi/

http://www.goccedipsicologia.it/la-relazione-difficile-tra-allenatori-e-genitori-nei-settori-giovanili/

papa-francesco-i-genitori-non-rimproverino-gli-insegnanti-ma-i-figli

http://www.scuolacalcionitor.it/consigli.htm

http://www.figc.it/other/5Pulcini.pdf

 

cartello genitori

 

 

“Cresci con noi!”

CRESCI CON NOI!!! 😀

Le nostre attività, studiate e preparate da istruttori formati, guidano i ragazzi nel loro percorso di crescita, facendoli maturare divertendosi e togliendosi diverse soddisfazioni!!! 🙂

Un ringraziamento particolare ai nostri ragazzi che per una volta hanno vestito i panni degli “attori” e a Valeria e Barbara, le ragazze di Underground Comunica​ che hanno girato il video. 😉

 

Insieme per la Crescita della REGGIO CALCIO

Vi invitiamo a leggere la lettera contenente alcuni nostri progetti. Progetti ambiziosi a vantaggio della comunità, che richiedono però anche un aiuto da parte di tutta la comunità.

Spendete due minuti del vostro tempo per leggere la nostra lettera e se siete interessati contattateci!

 

 

Articoli consigliati

Riportiamo questo interessante articolo, che abbiamo pubblicato la settimana scorsa anche sulla nostra pagina Facebook, tratto dal blog del sito delle nostre concittadine del Centro Psicoterapia Emilia da cui prendiamo spunto spesso e volentieri.

L’articolo, molto breve, parla di “genitori tossici”: “persone che fanno tutto tranne che incentivare la maturità personale e la sicurezza nel bambino; non gli permettono di aprirsi al mondo nell’età adulta, bensì lo afferrano con pesanti catene, impedendogli completamente di raggiungere un’indipendenza fisica ed emotiva”

Ne approfittiamo per riproporvi anche il link al seguente articolo: “Differenze fra genitori, educatori, allenatori”. Anche questo già pubblicato nelle scorse settimane sulla nostra pagina Facebook, ma anche sul nostro sito-

#DivertiamociRispettandoci

Foto scattata oggi pomeriggio fra il nostro capitano dei Giovanissimi 2001 (Fred Amoah), l’arbitro della gara e il capitano della Rubierese.
Questo è il messaggio che vogliamo trasmettere a tutte le persone che frequentano il nostro centro: #DivertiamociRispettandoci

12096199_1660830017468663_9137980714327505375_n

Le decisioni del Giudice Sportivo in merito alle 3 partite dello scorso weekend

Per completezza di informazione riportiamo i provvedimenti presi dai Giudici Sportivi in merito ai 3 episodi del weekend che abbiamo commentato lunedì. Provvedimenti che confermano l’estraneità dei nostri.

Sabato 17/10, Campo A: partita Viaemilia – Virtus Mandrio, campionato Juniores Provinciali (17-18 anni):
– INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ FINO AL 17/10/2016: Continua a leggere

Un commento sugli episodi del weekend 17/18 Ottobre

Us Reggio Calcio vuole informare i suoi tesserati su alcuni spiacevoli fatti accaduti nello scorso weekend.
Anziché nascondere i problemi, ci teniamo a condividere le notizie nella speranza che episodi di questo tipo non capitino più sui nostri campi.

Sabato 17/10, Campo A: partita Viaemilia – Virtus Mandrio, campionato Juniores Provinciali (17-18 anni): dopo la seconda espulsione tra le file della Virtus Mandrio, un dirigente ospite è entrato in campo provando a sferrare un pugno all’arbitro, che fortunatamente ha evitato il colpo. Diverse persone sono accorse in campo per fermare il dirigente del Mandrio e nel frattempo si è sfiorata la rissa fra giocatori e dirigenti delle due squadre. Il tempestivo intervento dei nostri dirigenti e dei nostri allenatori presenti a bordo campo ha evitato il degenerare della situazione e ha calmato gli animi troppo accesi. Continua a leggere

carta dei diritti dei bambini

carta dei diritti dei bambini (clicca per leggere per intero la “carta dei diritti dei bambini”)
“diritto di essere circondato e preparato da personale qualificato”

Carta_diritti_bambini_Pagina_1